Come collegare un disco rigido al Sega Dreamcast e caricare i giochi via Dreamshell

Sega-Dreamcast-Hard-Drive-Modification

Nelle ultime settimane sono emerse molte informazioni sulla possibilità di collegare un hard disk IDE ad un Sega Dreamcast e far partire i giochi direttamente da esso. In verità esiste già una soluzione che permette l’avvio delle ISO sulla console, il suo nome è “GDEmu, ma quelli di voi che hanno abbastanza dimestichezza con un saldatore possono da oggi collegare direttamente un hard disk alla loro console per godere appieno dei classici Dreamcast.

Per un certo periodo i giocatori retrò hanno utilizzato la soluzione GDEmu (il lettore di schede SD Dreamcast). Questo piccolo lettore di schede SD, permette, con l’utilizzo di alcuni software homebrew conosciuti come “Dreamshell“, di avviare i giochi in memoria. Purtroppo, mentre da un lato questa soluzione è perfettamente funzionante, dall’altro è poco affidabile a causa della bassa velocità di trasferimento dei titoli tramite la porta seriale di questo lettore. Questo a sua volta ha lasciato gli sviluppatori Dreamcast e gli hacker in cerca di una nuova alternativa.

GDEMU-Pre-Orders-Open

Molti di coloro che lavorano dietro le quinte per creare questi adattatori hanno provato nuove soluzioni, come per esempio il “G1-ATA“.

Il G1-ATA è un dispositivo simile al GDEmu, solo che questo adattatore offre una porta IDE invece che uno slot per schede SD. Da qui si può facilmente collegare un disco rigido IDE alla console. Durante la creazione del G1-ATA, gli sviluppatori che stanno dietro a Dreamshell hanno aggiornato il loro software per supportare hard disk IDE, quindi rendendo di fatto la soluzione della porta seriale del GDEmu inutile.

7d4deb

Anche se sembra essere fantastico, ci sono diversi giochi che presentano problemi (simili a quelli trovati con l’adattatore GDEmu) quando vengono caricati attraverso l’hard-drive, tra cui Soul Calibur e Virtua Fighter 3TB. Comunque è probabile che il team che sta dietro a Dreamshell fixerà sicuramente questi bug.
Coloro che sono interessati al G1-ATA, tuttavia, devono attendere ancora un pò. Il dispositivo è ancora in lavorazione, anche se c’è un’altra soluzione a portata di mano.
Un fan del Dreamcast giapponese ha recentemente analizzato i progressi compiuti dal G1-ATA per adattare gli schemi dello stesso alla propria soluzione.

Adattando il pin-out sugli schemi forniti, questo blogger giapponese noto col nome di Ayasuke ha inserito un cavo a nastro IDE sulla scheda madre del Sega Dreamcast e collegato con successo un disco rigido alla console. Ciò che ha reso questa cosa ancora più impressionante, tuttavia, è stata che Ayasuke ha mantenuto il lettore CD della console intatto e completamente funzionante, permettendo al disco rigido aggiunto di lavorare come uno stand-alone.

Dreamcast-Hard-Drive-Modification-Steps

c0323442_22295453

Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *